FSC: cosa significa?

FSC: cosa significa?
23 agosto 2022

FSC: cosa significa?

Prodotti certificati FSC

La certificazione FSC sui prodotti garantisce che il prodotto che stai acquistando proviene da fonti responsabili

Al giorno d'oggi i consumatori sono estremamente attenti nello scegliere un prodotto la cui provenienza sia etica e sostenibile. Non solo, chi compra un determinato prodotto vuole conoscere il processo produttivo e informarsi sull'impatto che l'acquisto ha sull'ecosistema circostante. Le organizzazioni che hanno a cuore questa tematica sono sempre più numerose. Nel panorama internazionale e italiano risalta il Forest Stewardship Council, il quale garantisce che tutta la filiera di legno e carta è certificata nel rispetto dei suoi standard e deriva da una gestione forestale rispettosa dell'ambiente, utile socialmente e sostenibile economicamente.

L'associazione FSC

FSC sta per Forest Stewardship Council ed è un'organizzazione internazionale non governativa, indipendente e senza scopo di lucro. Essa ha originato un sistema di certificazione forestale riconosciuta a livello internazionale volta a promuovere la corretta gestione forestale, la sostenibilità e la tracciabilità dei prodotti derivati dai materiali della foresta. Il marchio registrato FSC® stabilisce che i prodotti su cui è apposto contengono legno proveniente da foreste gestite secondo gli standard, i principi e i criteri previsti dall'organizzazione attraverso certificati univoci. Il suo obiettivo è la gestione forestale responsabile, socialmente utile ed economicamente sostenibile. Si impegna anche al fine di permettere alle foreste di sostenere i bisogni sociali, ecologici ed economici della società odierna senza compromettere i bisogni delle generazioni future. La gestione forestale economicamente sostenibile permette di gestire le foreste in modo da essere produttive a sufficienza e non generare così del profitto a danno delle risorse, della comunità o dell'ecosistema circostante. In questo modo la foresta e il suo ecosistema vengono rispettati, una condizione utile per godere delle risorse forestali a lungo termine.
Nel 1990 in California avviene il primo incontro con il nome di Forest Stewardship Council tra le aziende del settore del legno, enti a rappresentanza dei diritti ambientali e umani e diversi trader. Nel 1993 escono le prime certificazioni insieme ai primi passi verso la fondazione, argomento che verrà discusso a Toronto con 130 delegati provenienti da 26 Paesi. L'anno successivo, nel 1994, nasce ufficialmente il Forest Stewardship Council con sede messicana a Oaxaca, dove il primo prodotto messo in vendita che ha ricevuto la certificazione ed etichettatura FSC è una spatola in legno. Inizia così la lunga serie di successi e traguardi dell'associazione, la quale anno dopo anno vede sempre più ettari di foreste protette e aziende che si affidano all'ONG per garantire una filiera produttiva etica e sostenibile.
FSC è regolata dall'Assemblea dei Soci che ha il potere decisionale ed è suddivisa in tre camere: ambientale, sociale e economica, e il potere di voto è suddiviso in modo equo fra le tre camere. Nello specifico, la camera ambientale ha come partecipanti le organizzazioni no-profit, non governative e tutte quelle istituzioni che hanno un interesse attivo nel condividere una gestione responsabile delle foreste. La camera sociale invece ingloba le associazioni locali, i sindacati, le associazioni di ricerca e accademiche e tutti coloro abbiano dimostrato un impegno attivo alle utilità sociali della gestione forestale. Infine, la camera economica include le organizzazioni, le associazioni, i commerciali, i rivenditori e i singoli che hanno interessi commerciali nella gestione delle foreste e dei loro prodotti. Il Comitato Esecutivo rappresenta l'organo di governo permanente dell'Assemblea dei Soci ed è formato da 9 rappresentanti eletti dalle camere di appartenenza dei Soci e hanno un mandato di 3 anni.

Quante certificazioni FSC esistono?

La certificazione FSC è internazionale e si applica nello specifico al settore forestale e ai prodotti derivati dalle foreste, che variano in base alle componenti dei prodotti forestali, le fasi di produzione degli stessi e lo sviluppo dei prodotti attraverso la catena di custodia. Esistono tre tipi di certificazione FSC: La Certificazione di Gestione Forestale, i Servizi Ecosistemici e la Certificazione di Catena di Custodia.
  • La Certificazione di Gestione Forestale (Forest Management, FM) accerta e assicura che una foresta o una piantagione siano gestite rispettando gli standard e principi ambientali sociali ed economici che si basano sui 10 Principi e 70 Criteri definiti dall'associazione. Essi hanno validità internazionale e si applicano ai diversi ecosistemi forestali, alle varie tipologie di gestione e ia differenti ambiti culturali, politici e legislativi. A partire dai PC (acronimo di Principi e Criteri) sono stati elaborati i cosiddetti Indicatori Generici Internazionali per trasferire i Principi e Criteri ad altri indicatori adattati su misura al contesto nazionale di riferimento, un sistema di gestione simile a quello adoperato dal Parlamento e dal Consiglio europei. L'obiettivo del criterio d'azione è fare in modo che gli Standard Nazionali vengano adattati al contesto di riferimento e che contemporaneamente rispecchino le richieste degli standard internazionali. Nello specifico, lo standard FSC di Gestione Forestale nazionale valido per l'Italia, è composto da 184 indicatori suddivisi in base agli interessi sociali, ambientali ed economici che caratterizzano una gestione forestale responsabile. Lo standard italiano emerge nel 2015 grazie a due gruppi di lavoro, uno formato da nove soci rappresentanti delle camere decisionali di FSC Italia (tre per ogni camera), e un gruppo tecnico costituito da esperti del settore. La guida è composta da 184 indicatori e si suddivide in cinque sezioni, le quali descrivono i contenuti dello Standard internazionale, evidenziano i requisiti e forniscono indicazioni volte all'attuazione pratica degli stessi. Il documento è consultabile gratuitamente sulla pagina dedicata di FSC Italia e si rivolge a tutti gli interessati a ottenere la certificazione FSC di gestione forestale responsabile.
  • Per Servizi Ecosistemici si intende tutto il gruppo di benefici che si ottengono dall'utilizzo di ecosistemi naturali. Le risorse forestali a nostra disposizione forniscono utilizzi di supporto (formazione del suolo), di approvvigionamento (fonti di acqua potabile), di regolazione (fissazione del carbonio) e di valori culturali di tipo spirituali e ricreativi. FSC si impegna a proteggere questi ecosistemi forestali dalla deforestazione e dal degrado, offrendo guide e consigli a livello internazionale per dimostrare alle aziende, a chi investe e ai Governi che gestire una foresta in modo sostenibile è possibile oltreché vantaggioso.
  • La Certificazione di Catena di Custodia (Chain of Custody, CoC) garantisce la rintracciabilità dei materiali provenienti da foreste protette. È la certificazione indispensabile per poter classificare un prodotto come FSC. Esistono tre tipi di certificazione CoC: individuale, in riferimento a singole organizzazioni; di gruppo, ovvero che riguarda più organizzazioni e quindi la possibilità di ottenere certificati multisito, oppure di singoli progetti, che si applica a una nicchia settoriale come quella dell'edilizia o delle costruzioni per le quali è previsto uno standard su misura. Sebbene questo tipo di certificazione è del tutto volontaria, tutte le organizzazioni che vendono, trasformano, manipolano materiali e prodotti o applicano etichette FSC sui prodotti stessi, devono certificarsi.

Le etichette FSC sui prodotti

Quando un prodotto apporta il simbolo FSC vuol dire che è stato fatto un uso responsabile delle risorse forestali messe a disposizione. Il marchio appare sotto forma di icona rappresentante il logo FSC con l'albero denominato "checkmark-and-tree", l'acronimo stesso e il nome esteso di Forest Stewardship Council; le etichette possono essere apposte solamente sui prodotti certificati dalle aziende certificate. Esistono tre tipologie di etichette che distinguono i prodotti in tre categorie di materiale in base alla loro composizione:
  • FSC 100% garantisce che il prodotto proviene esclusivamente da foreste certificate FSC;
  • FSC Misto indica che il prodotto si compone di legno o carta provenienti da materiale certificato FSC, materiale riciclato e/o legno controllato, sempre in quantità superiore al 70%.
  • FSC Riciclato garantisce il prodotto è composto da legno o carta provenienti da materiale di recupero;

le tre etichette fsc
Da sinistra verso destra: etichetta FSC 100%, FSC Misto e FSC Riciclato

Le certificazioni FSC garantiscono perciò che il prodotto che si sta acquistando è derivato da legno ricavato da un corretto impiego delle risorse forestali nel rispetto dell'ecosistema naturale. In un panorama globale dove la costante preoccupazione dovuta ai cambiamenti causati dalla crisi climatica, in un'ottica di futuro costellata da incertezze su cosa ne sarà delle foreste come le conosciamo oggi, sapere che il prodotto che stiamo acquistando proviene da fonti sostenibili ci lascia un sorriso e ci rende partecipi al cambiamento.
Comments
Scrivi un commento
Your email address will not be published
Copyright © 2016-2022 Della Rocca S.r.l. Tutti i diritti riservati